Spazio Libero

Spazio Libero
logo Regione FVG
logo Consulta Regionale Associazioni dei disabili del FVG

10/12/2022 - ore 09:31

carattere piccolo carattere medio carattere grande alto contrasto

Sei in: HomeIstruzione > Scuola dell'obbligo - Prima dell'iscrizione

 Dettaglio

Indennità di frequenza scolastica



Per usufruire della prestazione economica il requisito sanitario (cioè il riconoscimento della percentuale di invalidità pari ad almento il 74% è indispensabile ma non è sufficiente. Dopo l'accertamento medico-sanitario eseguito dalle Asl, infatti, è necessario verificare gli altri requisiti socio-economici. E' una prestazione a sostegno dell'inserimento scolastico e sociale, prevista per i ragazzi con disabilità fino al compimento del 18° anno di età. L'indennità di frequenza decorre dal mese successivo a quello della presentazione della domanda all'Azienda Sanitaria e comunque non prima dell'inizio dei corsi riabilitativi della scuola o dell'asilo nido. Requisiti ·         Riconoscimento della condizione di "minore con difficoltà persistenti a svolgere le funzioni proprie dell'età" o "minore con perdita uditiva superiore a 60 decibel nell'orecchio migliore"; ·         La cittadinanza italiana e la residenza in Italia. Ne hanno diritto anche i minori cittadini dell'Unione. Possono ottenere l'indennità anche i minori cittadini extracomunitari iscritti nella Carta di soggiorno di uno dei genitori; ·         La frequenza di un centro di riabilitazione, di centri di formazione professionale, di centri occupazionali o di scuole di ogni grado e ordine o di asili nido; Un reddito annuo personale inferiore a 4.238,26 euro.
La domanda Per ottenere l'indennità di frequenza il legale rappresentante del minore con disabilità (genitore, tutore, curatore) deve presentare, alla commissione medica dell'Azienda Sanitaria, una domanda in carta semplice, allegando la seguente documentazione: certificato medico che attesti le difficoltà del minore a svolgere le funzioni proprie della sua età, con la diagnosi della patologia; delega per minori, con la quale un genitore delega il coniuge a riscuotere l'intera indennità per conto del figlio minore; certificato di frequenza scolastica rilasicato all'inizio dell'anno scolastico o autocertificazione del genitore. Note L'indennità di frequenza non spetta nei periodi in cui il minore è ricoverato con carattere di continuità e permanenza in istituti pubblici ed è incompatibile con l'indennità di accompagnamento, con l'indennità di comunicazione concessa ai sordomuti e con la speciale indennità prevista per i ciechi parziali. Nel caso in cui si ha diritto a piu' prestazioni incompatibili tra loro si può scegliere quella piu' favorevole.

Realizzato da Realizzato da Insiel SpA